Passa al contenuto principale

Blue NAP Americas

La nuova infrastruttura cloud diventa la principale fonte di ricavi per i Tier IV data center

Fondata nel 2016, Blue NAP Americas è un data center multi-tenant, carrier-neutral, certificato di Tier IV con sede a Willemstad, Curaçao. Oltre a fungere da punto di accesso alla rete (NAP) per la regione pan-caraibica, offre un portafoglio di soluzioni per data center, tra cui colocation, cloud privato, continuità aziendale e servizi gestiti. L'azienda serve mercati internazionali e regionali.

La sfida di business

Per espandere la propria offerta di data center per includere i servizi cloud, Blue NAP Americas aveva bisogno di una piattaforma cloud più sicura, scalabile e flessibile.

Trasformazione

Blue NAP Americas aveva bisogno di una nuova piattaforma cloud in grado di fornire servizi ai clienti dal suo data center di Tier IV. L'azienda si è rivolta a Kyndryl™, precedentemente IBM Infrastructure Services, per aiutare a progettare, configurare e fornire una soluzione basata su VersaStack, una soluzione di infrastruttura convergente. Di conseguenza, i servizi cloud sono diventati i più venduti nel portafoglio dell'azienda.

Risultati

Riduce da giorni a minuti il tempo necessario per distribuire una macchina virtuale

Richiede lo 0% di customer downtime durante gli aggiornamenti hardware alla piattaforma cloud

Genera fino al 40% del business aziendale con la nuova infrastruttura convergente cloud

Come muoversi verso i servizi cloud

L'isola caraibica olandese di Curaçao è nota per le sue acque cristalline, le ampie spiagge e la colorita architettura europea. Può sembrare un luogo improbabile per Blue NAP Americas per ospitare un data center di Tier IV multi-tenant. Ma la posizione dell'isola, 90 miglia a nord del Venezuela e 100 miglia al di fuori della cintura degli uragani, la rende situata idealmente come punto di accesso alla rete (NAP) e hub di soluzioni dati per la regione pancaraibica.

Solo una manciata di data center ha ottenuto la certificazione di Tier IV. La designazione dell'Uptime Institute, un'organizzazione che definisce gli standard di livello per i data center a livello globale, è riservata ai data center con i più alti livelli di ridondanza e no single point of failure. Blue NAP Americas promette ai suoi clienti di data center fino al 100% di uptime per alimentazione e raffreddamento.

L'azienda, avendo solo 5 anni, può essere considerata relativamente giovane, ma sin dal suo inizio si è posta grandi obiettivi. Si è inizialmente rivolta alle grandi società internazionali come mercato principale, riscuotendo un certo successo.

Tuttavia, quando i vantaggi della sua posizione strategica sono diventati evidenti, Blue NAP Americas ha spostato l'attenzione sulle aziende più vicine a casa. Successivamente l'azienda ha esaminato come i suoi prodotti e servizi potrebbero servire al meglio i clienti locali. "Ci siamo subito resi conto che per soddisfare le piccole e medie imprese del mercato locale, avremmo dovuto investire in un'offerta cloud", afferma Danilo Zabala, CEO di Blue NAP Americas.

All'epoca, la piattaforma cloud legacy dell'azienda non era in grado di fornire le funzionalità moderne e solide necessarie per offrire ai clienti servizi cloud a un prezzo competitivo.

L'azienda ha cercato di creare un'infrastruttura cloud privata in grado di distribuire in modo sicuro e protetto le offerte IaaS (Infrastructure as a Service)  necessarie ai propri clienti.

“Fin dal suo lancio, la nostra offerta di servizi cloud basata sulla soluzione [Kyndryl’s] ha superato di gran lunga le aspettative.”

- Danilo Zabala, CEO di Blue NAP Americas

Sfruttare le relazioni locali di Kyndryl

Dopo aver valutato diversi grandi fornitori di servizi cloud, Blue NAP Americas ha scelto Kyndryl affinché l'aiutasse a selezionare, sviluppare e fornire la sua nuova infrastruttura cloud. I punti di forza di Kyndryl le relazioni con molte delle organizzazioni finanziarie dell'area, così come la sua reputazione di fornire soluzioni e servizi di alta qualità, l'hanno fatta distinguere dalla concorrenza.

"Direi che il 90% delle banche della zona ha familiarità con l'infrastruttura [Kyndryl] e si trova bene ad utilizzarla", afferma Zabala. "Questo è stato fondamentale nella scelta di una nuova piattaforma cloud.

Perché ovviamente c'è un valore aggiunto in termini della qualità che [Kyndryl] fornisce, così come la storia che le banche hanno con un'azienda così importante. Quindi questo ha reso la nostra decisione molto più semplice".

Blue NAP Americas ha iniziato a collaborare con Kyndryl per valutare le opzioni della piattaforma cloud. Alla fine, il team ha scelto la soluzione Kyndryl Network Services, VersaStack, un'infrastruttura integrata e convergente progettata per un'implementazione rapida e un time-to-value.

Una rete ottimizzata e l'interconnettività tra infrastrutture fisiche, infrastrutture virtuali e punti di acquisizione "as a service" aiutano ad agevolare l'adozione del cloud in tutta l'azienda. La soluzione supporta lo sviluppo e l'utilizzo del nuovo ambiente cloud del cliente e serve sia per la produzione che per il ripristino di emergenza, senza single point of failure.

Il team di Kyndryl ha gestito il progetto end-to-end, dalla progettazione al sourcing e implementazione fino alla formazione in loco del personale di Blue NAP Americas. "L'intera esperienza di onboarding è stata molto piacevole", afferma Zabala. "Siamo stati in grado di acquisire una soluzione chiavi in mano che include non solo l'infrastruttura ma anche servizi professionali. E il team Kyndryl ha dato ai nostri ingegneri l'opportunità di imparare in prima persona come configurare, utilizzare e mantenere la piattaforma".

Il team di Blue NAP Americas è rimasto particolarmente colpito dal livello di competenza fornito da Kyndryl. Zabala spiega: "Abbiamo avuto accesso al top Architect di [Kyndryl]. È persino venuto qui una volta ed è sempre stato disponibile al telefono per formazione online e ulteriori discussioni tecniche, il che è stato fantastico".

Il team di Kyndryl ha installato e messo in funzione la nuova infrastruttura cloud in meno di tre mesi. Blue NAP Americas è stata in grado di iniziare a capitalizzare il suo investimento poco dopo.

I vantaggi della nuova offerta

Da quando Blue NAP Americas ha lanciato la sua nuova piattaforma, i servizi cloud sono saliti ai vertici dell'offerta aziendale. Una recente analisi delle prestazioni del portafoglio dell'azienda, che include anche colocation, servizi gestiti, spazi per uffici e servizi aziendali, ha classificato i servizi cloud al primo posto, in grado di generare circa il 40% di tutto il business.

La piattaforma offre anche altri vantaggi. Secondo Zabala, il tempo necessari per distribuire una macchina virtuale si è ridotto da giorni a minuti. Inoltre, le prestazioni sono notevolmente migliorate. Gli approcci di rete tradizionali e la piattaforma legacy presentavano numerosi problemi, rendendo difficile tenere il passo con il cambiamento e sfruttare le nuove tecnologie differenzianti. Ma con l'introduzione della nuova soluzione Kyndryl, il percorso è stato praticamente privo di problemi.

Sviluppando un nuovo ambiente di rete con l'aiuto di Kyndryl Network Services, Blue NAP è stata in grado di integrare flessibilità, automazione, alta disponibilità e standard aperti nel proprio panorama IT. Lavorando con Kyndryl, l'azienda ha gettato le basi per le ultime tecnologie e la futura adozione del cloud ibrido.

Attualmente, Kyndryl fornisce supporto in base alle necessità per soddisfare la crescente esigenza di agilità e scalabilità. Blue NAP Americas aveva avuto un tale successo nell'inserimento dei clienti sulla piattaforma cloud che stava esaurendo la memoria disponibile. Durante il'upgrade, il cliente non ha riscontrato tempi di inattività, e ha realizzato un netto miglioramento rispetto ai tempi di inattività richiesti per gli aggiornamenti hardware alla piattaforma precedente.

Blue NAP Americas prevede di continuare a lavorare con Kyndryl in futuro sui prossimi adeguamenti della piattaforma. "In questo momento, abbiamo potenziato la capacità di memoria e dovrebbe essere sufficiente", afferma Zabala. "E faremo nuovamente appello a [Kyndryl] per un'ulteriore espansione della piattaforma".